Francesca Mengozzi il genio creativo di “Kill the Granny”

Francesca Mengozzi e Giovanni Marcora si conoscono alla Scuola Internazionale di Comics di Firenze. Lei scrittrice per passione, lui disegnatore, entrambi appassionati di gatti, di colori e di fumetti. La loro intesa creativa nasce sui banchi di scuola ed esordisce con “Kill the Granny”;  una storia “sui generis” e divertente, messa a punto per l’ultimo esame alla scuola del fumetto e pubblicata a gran sorpresa dall’editore Vittorio Pavesio. Il sequel della storia vide la pubblicazione di altri due volumi che riscossero un gran successo di critica e pubblico.

In seguito collaboreranno con Ankama Editions, RCS (Corriere della Sera), Progetto Radium e come character designer con Kinder Ferrero.

Nel 2012, intraprendono la strada dell’insegnamento, dando vita a corsi di fumetto particolarmente frequentati nel comune di Prato, e dal 2015 tengono workschop alla Scuola Internazionale di Comics di Firenze. Attualmente Francesca e Giovanni (noti anche come i Tatini) sono disegnatori e coloristi presso la Disney Italia, Disney America e Dupuis, ma coltivano anche progetti personali che sperano di poter realizzare prossimamente.

Segue una breve intervista rilasciata gentilmente da Francesca Mengozzi:

kill_the_granny_2___cover_by_les_chats_nocturnes

Come nasce la passione per il fumetto ?

In me è nata quando ho imparato a leggere. A 5 anni ho cominciato a divorare “Topolino” e i vecchi “Paperino mese” e da lì non ho più smesso di leggere fumetti.
C’è da dire che sia mia madre che mio nonno erano appassionati, quindi sono stata facilitata in questo senso.
Mia madre disegnava per me piccole scenette comiche per farmi divertire, specialmente in sequenza, sul bordo dei blocchi di fogli, per poi “animarli” facendoli scorrere sul pollice.
Mi ha sempre incoraggiata e ha sempre alimentato questa mia passione.
C’è stato tanto amore nella mia infanzia e per questo le sarò sempre grata.

Ci sono autori o storie a cui ti sei ispirata ?

Non c’è qualcuno in particolare al quale mi ispiro. Direi piuttosto che ci sono una moltitudine di grandi autori, tutti importantissimi per la mia formazione.
Per primi quelli Disney, soprattutto Cavazzano (e Artibani come sceneggiatore), poi Barbucci e Canepa . Ci sono anche mangaka giapponesi come le Clamp, Katsura, la Takeuchi, la Takahashi, Itoh e nell’animazione il grande Miyazaki: questi artisti hanno accompagnato la mia adolescenza. In seguito ho apprezzato lo spirito e la comicità di Ortolani e, dopo i 18 anni, ho cominciato a leggere anche altri fumetti italiani per poi arrivare a quelli franco belga.
Tra gli italiani ammiro moltissimo il duo Tenderini e Cavallini, tra gli stranieri la splendida Wendling e, più di recente, Fernández e Gaiman (come sceneggiatore e scrittore).
Ma non trovo ispirazione solo nel fumetto: Michael Ende e Roald Dahl (ma anche Stephen King) sono indubbiamente i miei scrittori preferiti. Sono anche un’appassionata di cinema e serie tv (ma qui la lista diventa troppo lunga).
Parlando di pittura, invece, credo di aver avuto una storia d’amore con Claude Monet.

Kill the Granny originale sia nella narrazione che nella grafica , come nasce ?

Nasce assolutamente per caso da una mia ormai “storica” battuta, quella che esclamai nel 2006, quando dovevo scrivere un soggetto per una graphic novel da portare all’esame della Scuola Comics, ma ero in preda al blocco dello scrittore: “Basta! Adesso faccio la storia di un gatto castrato che fa un patto con Satana per riavere le palle!”.
È stato Giovanni, mio fidanzato e collega, a convincermi che poteva non essere solo una battuta.
Possiamo leggerne la parodia nel prologo del nostro “Kill the Granny Comedy Collection”, il volume extra della vecchia trilogia.

E’ nata prima la sceneggiatrice o la colorista?
Non so perché, ma questa domanda mi suona un po’ come “È nato prima l’uovo o la gallina?”! Ahahaha!
Scherzi a parte, ho sempre adorato raccontare storie, fin da quando ho memoria.
In primis agli altri, ma anche a me stessa: ricordo che a 5 anni mi nascondevo nei corridoi dell’asilo e fingevo di essere un agente spaziale in missione segreta! Oddio, temo di aver fatto cose del genere anche molti anni dopo…
Probabilmente devo essere sembrata un po’ matta.
Credo che creare e immaginare di vivere le proprie storie sia la chiave per fuggire dalla realtà, per vivere eternamente nell’innocenza. La fantasia è l’unica grande arma che abbiamo per difendere i nostri sogni e il bambino che è in noi.
Alla luce di ciò, credo sia nata prima la sceneggiatrice, ma temo sia riduttivo “inscatolare” la mia confessione in un mestiere. Attenzione, io non mi sento assolutamente nessuno né pretendo di esserlo: non ho mai cercato la fama, piuttosto aspiro a continuare a vivere del mio lavoro. Ma il mio principale obiettivo è essere una portatrice di sogni e suscitare emozioni nei miei lettori, come un moderno cantastorie. Ecco, questo è ciò che sono e ho sempre voluto essere.

In questo settore hai incontrato maggiori difficoltà essendo donna?

Non credo, non mi sembra. Nessuno mi ha mai “discriminato” nel lavoro, nessuno ha mai osato farlo!
Ho sempre puntato a dimostrare quanta passione e dedizione c’è in quello che faccio e spero che si veda. Al massimo ho fatto leva sul mio carisma, sulla mia parlantina, sulla mia faccia di culo 😀

Progetti per il futuro?

Tanti e tutti insieme al mio Giovanni.
Avremmo un fumetto sul genere fantasy romantico (con cenni storici) che prevede la collaborazione di Giulia D’Urso, una nostra bravissima amica, poi uno fantasy grottesco ispirato al mito di Pandora e persino una tragicommedia, ovvero la biografia romanzata di mia madre.
Ci sarebbe anche una vecchia storia horror grottesca e, più di recente, la nostra epica campagna di Pathfinder che vorremmo trasporre a fumetti…
Temo che non ci basti una sola vita per realizzarli e concretizzarli tutti, complice la nostra pigrizia. Pregate affinché l’entusiasmo vinca su di lei.

KILL THE GRANNY : Il  Gatto Diabolico

Cover+KG3

La fantasia di Francesca Mengozzi (storia e colori) e Giovanni Marcora (disegni), danno vita al Gatto più diabolico del fumetto.

Trama originale perché il protagonista, il Gatto di nome e di fatto, si risveglia senza più i gioiellini di famiglia in quanto la sua padrona Evelina, una svampita vecchietta lo ha fatto castrare.Il Gatto medita vendetta, vuole uccidere la vecchia e per riuscire nello scopo stringe un patto con Satana, offrendo l’anima dell’anziana in cambio dei suoi attributi.Tutto ruota intorno alla vendetta del Gatto molto cattivo e troppo sfortunato perché ogni attentato all’attempata Evelina fallisce, creando così una sequenza di situazioni comiche, ironiche e un po’ sadiche.La storia è valorizzata dalla presenza di altri personaggi come ad esempio l’Aiutante del Gatto imbranato, stupido e combinaguai, Satana calmo, paziente e pantofolaio, il malcapitato postino Pierluigi e molti atri.

Questa è la trama del primo volume “Kill the Granny: i gioielli del gatto”; a seguire “ Kill the Granny: anche i gatti vanno all’inferno”. Il nostro vendicativo felino vuole raggiungere Evelina in paradiso, per fare ciò deve superare nove prove. Sono presenti vecchi e nuovi personaggi come l’ormai noto Aiutante, Satana, il nuovo Minotauro mezzo toro, un quarto uomo e un quarto donna, e nientepopodimeno che Dio.

Nel terzo volume “Kill the Granny: il gatto delle meraviglie”, Gatto viene catapultato nel paese delle meraviglie vestendo i panni di Alice con tanto di parrucca bionda e vestitino azzurro. Sono presenti tutti i vecchi personaggi ma un po’ cambiati: l’Aiutante veste i panni del Bianconiglio, Satana quelli del Brucaliffo, il Minotauro sfila una tutina a striscie da Stregatto e si riscopre effeminato e a chiudere la trilogia, un finale esilarante e del tutto inaspettato.

Nel 2011, Mengozzi e Marcora, pubblicano un quarto volume realizzato in collaborazione con amici e altri autori altrettanto talentuosi. Quest’ultimo lavoro intitolato “Kill the Granny Comedy Collection” è un omaggio ai personaggi della serie che racconta l’origine dei protagonisti e la loro evoluzione sia dal punto di vista grafico sia narrativo. A questo punto, a tuttigli amanti dei gatti, e non solo, non mi rimane altro che augurarvi una buona lettura.

minotauro 1 ktg3ktg2

https://www.amazon.it/Finch%C3%A9-morte-separi-Kill-granny/dp/8889786604

I.Fabiano & A. Sammaciccia

1.254 thoughts on “Francesca Mengozzi il genio creativo di “Kill the Granny”

  1. magnificent post, very informative. I ponder why the opposite specialists of this sector don’t notice this. You must continue your writing. I’m confident, you’ve a huge readers’ base already!

  2. This is really interesting, You’re a very skilled blogger. I have joined your rss feed and look forward to seeking more of your excellent post. Also, I have shared your web site in my social networks!

  3. Definitely believe that which you stated. Your favorite justification seemed to be on the internet the easiest thing to be aware of. I say to you, I certainly get annoyed while people consider worries that they plainly don’t know about. You managed to hit the nail upon the top and also defined out the whole thing without having side effect , people could take a signal. Will likely be back to get more. Thanks

  4. Great ¡V I should definitely pronounce, impressed with your web site. I had no trouble navigating through all tabs and related info ended up being truly simple to do to access. I recently found what I hoped for before you know it at all. Quite unusual. Is likely to appreciate it for those who add forums or something, website theme . a tones way for your customer to communicate. Excellent task..

  5. Magnificent goods from you, man. I have understand your stuff previous to and you’re just extremely excellent. I really like what you’ve acquired here, certainly like what you’re saying and the way in which you say it. You make it enjoyable and you still care for to keep it wise. I can’t wait to read much more from you. This is really a wonderful web site.

  6. Great ¡V I should definitely pronounce, impressed with your web site. I had no trouble navigating through all tabs and related info ended up being truly easy to do to access. I recently found what I hoped for before you know it in the least. Quite unusual. Is likely to appreciate it for those who add forums or something, site theme . a tones way for your customer to communicate. Nice task..

  7. You really make it seem so easy with your presentation but I find this topic to be actually something that I think I would never understand. It seems too complex and extremely broad for me. I’m looking forward for your next post, I’ll try to get the hang of it!

  8. We are a group of volunteers and opening a new scheme in our community. Your site provided us with valuable info to work on. You have done an impressive job and our entire community will be grateful to you.

  9. Heya here, just turned out to be alert to your blogging site through Search engines like google, and have found that it is really entertaining. I will appreciate if you decide to carry on such.

  10. This is very interesting, You’re a very skilled blogger. I’ve joined your rss feed and look forward to seeking more of your excellent post. Also, I have shared your site in my social networks!

  11. I and also my pals happened to be checking out the nice things from the website and then before long got a horrible feeling I never expressed respect to the site owner for them. Most of the young men were absolutely happy to see all of them and have now simply been having fun with those things. We appreciate you simply being really thoughtful and then for choosing variety of terrific themes millions of individuals are really wanting to be informed on. My honest apologies for not saying thanks to you earlier.

  12. I would like to thank you for the efforts you’ve put in writing this web site. I am hoping the same high-grade web site post from you in the upcoming also. Actually your creative writing skills has inspired me to get my own website now. Actually the blogging is spreading its wings quickly. Your write up is a good example of it.

  13. It is actually mostly not possible to see well-educated women and men on this matter, however, you come across as like you comprehend exactly what you’re writing on! Gratitude

  14. I haven¡¦t checked in here for a while because I thought it was getting boring, but the last few posts are great quality so I guess I will add you back to my daily bloglist. You deserve it my friend 🙂

  15. I was extremely pleased to discover this website. I wanted to thank you for your time due to this wonderful read!! I definitely really liked every part of it and I have you book marked to see new stuff on your site.

  16. Good ¡V I should definitely pronounce, impressed with your website. I had no trouble navigating through all tabs and related info ended up being truly easy to do to access. I recently found what I hoped for before you know it at all. Quite unusual. Is likely to appreciate it for those who add forums or anything, website theme . a tones way for your client to communicate. Nice task..

  17. We’re a group of volunteers and starting a new scheme in our community. Your web site offered us with valuable information to work on. You’ve done an impressive job and our whole community will be grateful to you.

  18. I do trust all the concepts you have offered for your post. They are really convincing and can definitely work. Nonetheless, the posts are very brief for newbies. Could you please lengthen them a little from next time? Thanks for the post.

  19. I really want to reveal to you that I am new to putting up a blog and certainly enjoyed your report. Very possible I am likely to remember your blog post . You certainly have outstanding article materials. Get Pleasure From it for giving out with us your main web page

  20. Jsem velká milovnice koček a vlastně z každé dovolené si pár kočičích fotek také odvážíme (kočky a ještěrky jsou naše oblíbené modelky:-). Nejhuňatější, nejmohutnější a nejspokojenější kočky jsme potkali v Istanbulu. Korfu si tedy píšu na seznam kočičích rájů:-)Moc hezké fotky, díky.

  21. When they come after you with their guns, you better be prepared to use your gun. When cops refuse to differentiate between criminals and criminal activity and law abiding citizens exercising their Constitutional Rights, we have become a police state and the police will only serve and protect their owners, the bureaucrats. They DO NOT serve and protect the public. They are an armed enforcement arm of the government.

  22. Good article and straight to the point. I am not sure if this is actually the best place to ask but do you guys have any thoughts on where to employ some professional writers? Thx 🙂

  23. Thank you for another informative blog. The place else may just I get that kind of info written in such an ideal approach? I’ve a project that I’m just now running on, and I’ve been at the glance out for such information.

  24. Wow! This could be one particular of the most helpful blogs We have ever arrive across on this subject. Actually Excellent. I’m also an expert in this topic therefore I can understand your effort.

  25. We’re a group of volunteers and opening a new scheme in our community. Your site offered us with valuable information to work on. You have done an impressive job and our entire community will be thankful to you.

  26. Howdy very cool web site!! Man .. Excellent .. Superb .. I will bookmark your blog and take the feeds also¡KI am satisfied to find numerous helpful information here within the post, we’d like work out extra strategies in this regard, thank you for sharing. . . . . .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.